Stampaggio ad iniezione

Per le necessità di ogni giorno. Complessi impianti centralizzati o apparecchi singoli per settori quali industria automobilistica, elet­tronica, prodotti per la casa, medicale ecc. e produzioni con processi in camera bianca.

Descrizione del processo

Lo stampaggio ad iniezione è un processo discontinuo a più fasi per la produzione di pezzi partendo da materiali termoplastici e termoindurenti.

Prodotti finali tipici

Prodotti per clienti finali in grandi serie. Per esempio tappi, chiusure, componenti automotive e imballaggi. È un processo di produzione di pezzi e non si basa su grandezze del lotto, cioè sul peso.

Processo

Il materiale grezzo viene introdotto in un cilindro riscaldato, per mezzo di una vite viene poi mescolato e spinto in uno stampo cavo. Una volta che il materiale plastico si è raffreddato e indurito, lo stampo si apre e ne fuoriesce il pezzo.

Materiali comunemente lavorati

Per lo più polimeri grezzi granulari e compositi, compresi tutti i materiali termoplastici, alcuni termoindurenti e alcuni elastomeri. Inoltre materiali rimacinati e additivi.

Descrizione del sistema/dell'apparecchiatura motan impiegata

Sistemi complessi, centralizzati o stand alone, di essiccazione, trasporto, dosaggio e miscelazione. Normalmente per le industrie del settore automotive, elettronico e di articoli casalinghi, nonché per il settore medicale e del confezionamento.

Tipici dosatori e miscelatori

Dosatori per additivi (MINICOLOR, COLORBLEND) o miscelatori gravimetrici con pesatura ad aumento di peso (GRAVICOLOR, ULTRABLEND).